Navigando la Timpa di Acireale ,le Grange benedettine

Navigando la Timpa di Acireale, le Grange benedettine

Grange della Timpa 2La Timpa è un promontorio di circa 80 m di altezza a ridosso della costa di Acireale. È compreso nel comune di Acireale, lungo la costa che da Catania porta a Riposto.

L’ambiente terrestre  è caratterizzato da rocce di origine vulcanica gradinate e da diverse 302841_311642935616128_611843942_nfaglie dove cresce una fitta vegetazione. L’ambiente marino riserva al visitatore uno degli scorci di mare tra i più affascinanti e suggestivi dell’intero tratto di costa con panorami mozzafiato.

La storia di questo composito ambiente a confine tra terra e mare è ricca di straordinari capitoli , alcuni poco conosciuti , tra qui il capitolo dedicato alla espansione normanna e benedettina all’indomani della conquista di Catania dal primo dei Ruggeri di Altavilla.

Il Tour  si svolge via mare con partenza da Borgo Acicastello e Borgo Acitrezza , con una straordinaria navigazione sotto costa  a bordo di suggestive  lance da pesca in legno tipiche della marineria Catanese  recuperando  emozioni e sensazioni legate alla tradizione marinara del luogo .

Dopo una piacevole navigazione  costeggiando la riva lavica della Timpa si sbarcherà a terra nel piccolo ridosso sabbioso nella mare 2322suggestiva frazione di  Santa Maria la Scala , a piedi  dalla spiaggia si inizia una escursione  facile con l’esplorazioni di alcuni dei siti storici dislocati in loco , alla scoperta di  piccoli tesori d’arte , siti storici di epoca medievale , e straordinari punti di osservazione ambientali e paesaggistici.

Il Tour è attivo  e richiedibile tutto l’anno su prenotazione.  

Richiedi  di partecipare / Richiedi per te e il tuo gruppo
Come Prenotare
Richiedi /Preventivo   (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473




Capo Milazzo natura e mare da Monte Trino a punta del capo

Capo Milazzo natura e mare  da Monte Trino a punta del capo 

Capo-MilazzoMilazzo , città di fondazione greca del del 761 a.c. sorge sulla penisola nota come “Capo Milazzo”, un promontorio che si estende per oltre 8 km sul Tirreno delimitato ad est ed ovest dai golfi di Milazzo e Patti . 1926_11438594b1273330f450201411071819035010b7fedc4da5afee304ae6
Questo “balcone” proteso sul Tirreno, di una bellezza mozzafiato è un vero e proprio paradiso naturalistico e ambientale , capace di regalare suggestioni  e scenari d’incanto .

capo-milazzo-me-893b282d-be7d-4625-866e-cdcee1a6a472Sullo stesso promontorio sono disposti  piccoli e preziosi  romitaggi  di antichissima  datazione dovuti  alle condizioni di splendido isolamento e ricchissima natura che prestavano il luogo alle scelte di isolamento eremitico per ascesi religiosa da parte di uomini di intensa  spiritualità ed elevazione a partire dalla tarda antichità sino al medioevo,  troviamo infatti  un piccolo santuario rupestre in origine dedicato a Sant’Antonio di DSC_0427Padova o su Monte Trino la piccola chiesa SS Spirito  Santo.

Ma il vero spettacolo è la natura che qui spadroneggia  con scenari tra natura e mare di elevata  intensità, percorrendo i sentieri scolpiti nel promontorio , profumi e immagini rapiscono o e stupiscono , specie al tramonto.

Il Tour esplora con un percorso assolutamente straordinario per bellezza , alla portata di un bravo camminatore la distanza tra la elevazione di Monte Trino (127 m s.l.m. ) con il piccolo santuario di  SS.Spirito santo , e la punta del capo Milazzo passando per il santuario rupestre .

Richiedi  di partecipare / Richiedi per te e il tuo gruppo
Come Prenotare
Richiedi /Preventivo   (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473




Sulla Rotta di Ulisse, navigando i borghi marinari tra Aci Castello e Santa Maria La Scala

Sulla Rotta di Ulisse navigando i  borghi marinari tra Aci Castello e Santa Maria La Scala  (Acireale)

Sulla-Rotta-di-Ulisse-2Una spettacolare escursione in barca , tra terra e mare, una esperienza di turismo ambientale – culturale  incrociando  ambiente storia e folklore.
Con l’ausilio delle tipiche lance da pesca in legno, il tour svela in modo originale i borghi marinari più affascinanti lungo la costiera Ionica di Catania , compresi tra Il borgo medievale di Aci Castello  e il piccolo borgo di pescatori di  Santa Maria la Scala (frazione di Acireale).

Il percorso si svolge alternando brevi e piacevoli  navigazioni sotto costa scoprendo da IMG_20180806_112438_resized_20180808_092800897[1]un’altra prospettiva l’ambiente lavico bordo costa per poi approdare  mare 2189nei piccoli porticcioli di pesca e con facili passeggiate scoprire i borghi interessati. 
Il tour, via mare,  si svolge a bordo di suggestive  lance da pesca in legno “sardare” o “cozzolare”, tipiche della tradizione di pesca locale.

DOC 1 maggio 2012 026L’itinerario prevede in forma modulare e componibile (in funzione della durata scelta)  le visite dei seguenti borghi : Aci Castello alla volta dello spettacolare Castello Normanno proteso sul mare costruito su di una rupe lavica , Aci Trezza con i suoi faraglioni lavici ,L’isola naturalistica di Lachea e sulla terraferma, visita ai maestri d’ascia impegnati nella costruzione delle barche da pesca locali, Capo mare 2216Mulini con una mini escursione tra i vicoli del borgo per scoprire la torre “Camilliana” del XVII secolo per l’avvistamento delle ciurme piratesche saracene il tour  si chiude a Santa Maria La Scala  storico borgo sotto la “barocca” Acireale, da li si parte per una escursione sulla antica via spagnola alla visita del forte del XVI secolo , un’altra breve  escursione porta al belvedere per concludere alla torretta medievale dopo la visita all’antico Mulino.
IMG_20180806_202713_resized_20180808_092632085Prima del ritorno serale sosta davanti al mare con la possibilità di una degustazione di “granita” di produzione locale. Durante la navigazione un bagno rinfrescante renderà più divertente l’esperienza unita ad uno  straordinaria navigazione di rientro  al tramonto.

Il Tour è attivo  e richiedibile tutto l’anno su prenotazione.  

Opzioni
:
Itinerario Aci  durata h. 2,20 circa
Euro Richiedi prezzo
Percorso via mare: Acitrezza – Faraglioni -isola Lachea- – Acicastello +  escursione al Castello Normanno
Itinerario Capo  durata h. 2,20. circa
Euro: Richiedi prezzo
Percorso via mare : Acitrezza – Faraglioni -isola Lachea – CapoMulini + escursione alla Torre medievale   
Itinerario Timpa  durata h. 3,00. circa
Euro: Richiedi prezzo
Itinerario Integrale  durata  giornata intera
Euro Richiedi il prezzo 
Percorso via mare : Acitrezza – Faraglioni -isola Lachea – CapoMulini – Timpa – S.Maria la scala + escursione antico itinerario medievale , fortezza , mulino.

A richiesta sono inseribili degustazioni con produzioni tipiche locali
(Sono previste agevolazioni per gruppi superiori le 11 unità)

Richiedi  di partecipare (indica destinazione)
Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473




Riserva e area marina protetta “Isole di Ciclopi” navigano sulle onde e tra le rocce

Riserva e Area marina  protetta “Isole di Ciclopi” – Navigando  sulle onde e tra le rocce

Area-Marina-TourLa riserva si estende nello specchio di mare antistante il borgo marinaro di Aci Trezza e comprende L’isola Lachea e i Faraglioni lavici.
In questo spazio di mare e di terra convergono L’area marina e la Riserva terrestre “Isole dei Ciclopi” , insieme costituiscono un ambiente naturale e marino che per la ricchezza della natura terrestre e marina e dei reperti storici costituiscono  un appuntamento imperdibile e di forte impatto emozionale per chi viene in visita anche nella vicinissima Catania 

L’isola Lachea , con i suoi 2 ettari di estensione , possiede sull’area sommitale  una fitta vegetazione alto arbustiva , seminascosti si dipanano piccoli sentieri  dove si possono intercettare  evidenze di epoca fenicia  , romana  e poi bizantina,  tra cui una piccola grotta probabilmente utilizzata anche come eremo in epoca tardo antica.

Un piccolo museo naturalistico , quando aperto, realizzato sulla sommità della isola dispone di una interessante collezione di  esemplari  su  flora e fauna locale . In prossimità dell’isola si distribuiscono i grandi faraglioni,  alcuni visitabili  e dai quali è possibile godere di una vista mozzafiato sull’intero arcipelago. Il mare trasparente nei bassi fondali è ricchissimo di posidonia  e di una intensa vita marina facilmente visibile sporgendosi dalla imbarcazione a pelo d’acqua.

L’itinerario si svolge in Barca partendo dal piccolo porticciolo  a bordo di una originalissima “sardara”,  caratteristica imbarcazione da pesca locale , inizia così una passeggiata straordinaria per i colori e le prospettive che a lento moto percorre  tutto lo specchio di acqua. Lungo questa parte dell’itinerario scopriremo la riserva via mare commentandola , alternando brevi sbarchi con piccole esplorazioni facili e suggestive su alcune parti sull’isola e sui faraglioni vicini.

Include , via terra , la visita di alcuni cantieri nautici di piccole imbarcazioni da pesca ad opera dei maestri d’ascia  locali , e camminando tra le formazione laviche a “pillow” (cuscino) che caratterizzano la riva rocciosa 

Il Tour è attivo  e richiedibile tutto l’anno su prenotazione.  

Richiedi  di partecipare
Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473




“I turchi” da Vigata alla riserva di torre salsa

I Turchi e Scala dei Turchi , da Vigata alla riserva di Torre salsa – Agrigento 

L’itinerario  di forte impatto e dai contenuti paesaggistico-ambientali spettacolari , esplora e racconta uno dei tratti di costa della Sicilia  tra i più affascinanti compresi tra Porto Empedocle, la “Vigata” di Camilleri , citata nei racconti del celebre  commissario Montalbano,  e il promontorio di Monterosso,  sino alla riserva naturale di Torre salsa.

In questo itinerario prevalentemente naturalistico ,lo sguardo si apre a scenari e ambienti agrigento i turchiunici e di straordinario respiro.  Nel racconto di questa porzione di costa  si  spazia dalla osservazione e esplorazione delle falesie  di marna cretosa  tra cui la piu celebre nota  come “scala dei turchi”  ,quella di calcarenite rossa di Capo Monterosso o quella nei  gessi  di Torre Salsa.

I “Turchi” o meglio i pirati saraceni  saranno il filo rosso lungo cui si snoda il racconto e l’itinerario ,alternando  storia , miti ,personaggi e legende sulle attività piratesche e di depredazione a cui fu sottoposto questo tratto costiero particolarmente dal XV° al  XVII ,  narrazione che sarà effettuata grazie allla visita e l’osservazione di alcune affascinati torri costiere disposte lungo il percorso.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473

ngg_shortcode_0_placeholder




Torri Costiere garitte e castelli sulla costa Ionica di Catania

Torri  Costiere garitte e castelli nella Catania spagnola  sulla costa Ionica

torri costiereLe torri difensive costiere costituiscono un patrimonio storico-culturale sostanzialmente sconosciuto al grande pubblico.Tralasciando in questa sede di parlare delle altre realtà analoghe  presenti in Italia  e nel bacino del mediterraneo piu in generale , qui ci soffermeremo solo su quelle di  “casa nostra” ovvero presenti nella nostra isola.

In Sicilia costituiscono una vera e propria “curiosità  paesaggistica”  segnando con la propria  presenza “silenziosa” quasi l’intero profilo costiero  assumendo particolare valore storico ambientale  grazie ad alcuni fattori  quali : il vasto numero (ad oggi se ne contano oltre duecento), la posizione (sulla linea di costa o a ridosso di promontori),  le varie forme e strutture architettoniche  ( legate alle diverse funzioni e ai differenti periodi di edificazione)  e per la storia che raccontano affascinante tra storia ,cronaca , leggenda e mito.

L’itinerario inizia  alle porte di  Catania sulla  splendida costiera Ionica contraddistinta dalle nere e puntute lave dell’Etna ,  dove in epoca spagnola il  “sistema difensivo costiero”  garantiva la salvaguardia della popolazione  della baronia di Aci Castello e di  Aquilia  (odierna Acireale)  dalle incursioni saracene .  Un  continuum di strutture e manufatti  già presenti o realizzati appositamente, lungo il profilo costiero, compreso tra Aci Castello  Santa Tecla  e Riposto.

Richiedi  di partecipare
Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473

ngg_shortcode_1_placeholder




“Varchi e Pingisanti ” storia e folklore della marineria Catanese

 “I Varchi e i Pingisanti ” tour tra storia e folklore della marineria Catanese 

“I Varchi” (le barche)  di fiocina , varche cunsulari , sardare ,i varchi  i’fucuni  , “a palummedda cc’ù I-Varchi-2speruni” ecco alcune delle terminologie e delle imbarcazioni che caratterizzano il  mare e la marineria Siciliana ,in particolare quella Catanese  ed ecco le protagoniste della nostra   storia/itinerario, un viaggio nelle radici della cultura locale e della storia più genuina di questa città.

   I “Maestri D’ascia” veri  “depositari ” e artigiani, oramai rari , che con un’arte tramandata da generazioni, hanno rappresentato l’anello di congiunzione tra  il pescatore e il mare , con imbarcazioni rigorosamente in legno  “tagliate” e intagliate , con arte sapiente e tecniche oggi in disuso. Anche il mastro pingisanto  con le sue pitture rituali che ornano le barche con disegni straordinari proteggendola dagli eventi naturali  e portatori di abbondanza nella pesca , tutti loro  ci hanno consegnato un patrimonio di conoscenza e di cultura da proteggere  nella memoria collettiva di una città che di questa “arte” ha vissuto per secoli. 

L’itinerario , si articola in una serie di tappe e di visite lungo la costiera Ionica di Catania , in un area compresa tra i borghi marinari di  Ognina , Aci TrezzaSanta Maria la Scala , borghi marinari di indiscutibile fascino  sospesi tra le lave e il mare con una storia antica da scoprire.

Un tour alla scoperta dei mercati caratteristici , dei mestieri legati alla tradizione della  marineria da pesca Catanese  esplorando aspetti della  nostra cultura marinara in via di “estinzione”  con il   racconto delle  nostre barche tipiche ,della pesca , gli strumenti  ed i “Maestri d’ascia”.  

Conosceremo da vicino le  tipologie e scopo delle barche da pesca le  loro pitturazioni   , conosceremo l’arte dei “pingisanti” e dei simbolismi espressi  sulle imbarcazioni ,degli aspetti   rituali e religiosi a cui queste forme arcaiche d’arte  sono collegati , eventi religiosi,  e i riferimenti al nostro passato più lontano greco , bizantino , e arabo.

Richiedi  di partecipare
Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473




Puntasecca e Sampieri itinerario ambientale

Ragusa Puntasecca e Sampieri  itinerario ambientale

3 Tappe  ci condurranno alla scoperta di angoli e panorami unici e inconsueti tra natura paesaggi e cultura  di una  area  della Sicilia compresa tra   Ragusa, Punta Secca , Sampieri.

ragusa puntaseccaI siti da visitare sono naturalmente coincidenti in alcuni degli episodi della celebre finction in particolare visiteremo : a Ragusa dopo una piacevole passeggiata nel verde , la “grotta delle trabacche ipogeo  di epoca romana o tardo romana  utilizzata come luogo di sepoltura in epoca bizantina, in coincidenza di un villaggio bizantino presente . Nello spettacolo  del piccolo borgo  di Punta Secca  borgo che vanta una storia antichissima già meta bizantina , a pochi metri dalla  casa del “famoso” effettueremo  la visita  del “ faro di punta secca” ,una  torre-faro del XVIII° secolo alto 35 mt e di cui visiteremo (per gentile concessione della marina militare)  la sommità  con lo spettacolo del panorama esclusivo che dalla sommità si puo osservare . Concluderà questo itinerario  la “fornace penna” stabilimento di produzione di laterizi di inizio secolo affascinante per storia e posizione nello splendido scenario della spiaggia di Sampieri.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473

ngg_shortcode_2_placeholder




Il castello normanno di Aci Castello e la riserva della “Timpa”

Catania  – Il castello normanno di Aci Castello   e la riserva  della “Timpa”

catania il castello normannoL’Itinerario alla scoperta del castello di Aci , si innesta sulla storia del borgo feudale di Aci alla cui storia sono legati personaggi e vicende affascinanti , tra le diverse certamente l’arrivo delle spoglie della martire Sant’Agata da Gerusalemme e la traslazione di queste nella Catania divenuta città normanna  dopo un’intenso “periodo” islamico.

Il borgo si estendeva fino all’attuale  acireale e governava un amplissimo territorio il presidio era proprio il  Castello  costruito come da tradizione diffusa in Sicilia su di una  rupe , in questo caso basaltica e con origini risalenti al VII secolo d.c. della sua storia e della morfologia a cui la sua stessa storia è oggetto del racconto .

La visita prosegue sulla riserva naturale della timpa  visita che potrò essere effettuata via terra con una serie di sentieri antichi che scavati sulla ripida costiera  permettono viste mozzafiato ed una  immersione nella ricchissima natura mediterranea che la caratterizza .
Ma la visita potrebbe  essere anche effettuata via mare (in barca) con la visita dell’arcipelago dei ciclopi . Il percorso si sviluppa tra storia , natura e folklore locale scoprendo  le biodiversità presenti , la storia dei luoghi , e le culture e tradizioni locali.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473

ngg_shortcode_3_placeholder




Castelmola ,Taormina e Isola bella tra arte storia e natura

Messina – Castelmola ,Taormina e Isola bella tra arte storia e natura 

Una passeggiata di un giorno  guidata e commentata  alla scoperta della splendida Castelmola, Taormina e Isola BellaTaormina e Isola Bella  iniziando con il piccolo e affascinante borgo di Castel Mola posto sulla sommità della rupe per poi,visitata taormina , giungere all’isola bella dichiarata area protetta sia terrestre che marina . Uno spettacolare  percorso che incontra arte,archeologia ,natura cultura locale , paesaggi mozzafiato e arte.

Si inizia con una visita  al piccolo borgo di castel mola, i suoi tesori nascosti, la sua storia, il suo meraviglioso belvedere sulla sicilia ,per poi continuare con il tour addentrandosi nelle piccole viuzze di taormina alla scoperta dei  suoi  luoghi segreti le sue chiese e bellezze architettoniche fino a giungere al  suo spettacolare anfiteatro greco. L’escursione si conclude, con la visita  all’isola bella con i suoi labirintici vialetti  immersi in una natura arborea rigogliosa ,al termine una visita  a una  naxos inconsueta , culla di splendidi manufatti  archeologici concluderà una giornata intensa e indimenticabile.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473

ngg_shortcode_4_placeholder