Monte Altesina escursione al centro della Sicilia

]Enna – Monte Altesina  escursione  al centro della Sicilia

Monte Altesina[2]Proprio al centro trigonometrico della Sicilia è localizzato questo  “polmone verde”  che con i suoi 1192 metri di altezza , la cima più alta dei monti Erei, permette , una volta raggiunta , una vista mozzafiato a 360 gradi sulla Sicilia. Sito che oltre l’aspetto naturalistico compendia memorie storiche che dalla civiltà rupestri ,passando per quella araba, permette di osservare resti di testimonianze del  medioevo.

L’itinerario non difficile alla portata di un camminatore mediamente allenato, permette di approfondire un ambiente  naturale d’impatto  con la sua lecceta (quercus ilex) la fauna è caratterizzata dalla presenza ,tra gli altri , del gatto selvatico ,lo sparviero (rapace) e il daino .

Percorrendone il sentiero che ci porterà in cima ,la storia scorre mostrandoci in un susseguirsi di “fotogrammi” ; grotte rupestri, tombe a forno, i resti di un villaggio di epoca medioevale, e i ruderi di un cenobio di epoca bizantina .
Insomma un percorso che come un nastro immaginario si sviluppa in un continuum, tra natura ,storia e  cultura della Sicilia.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : 3407258473 –3457306841
WhatsApp3407258473

ngg_shortcode_0_placeholder[:]




Sperlinga Il borgo nella Roccia

Sperlinga Il borgo nella Roccia , e la Riserva Naturalistica di San Bughetti

Un Itinerario che unisce   storia e natura diviso in due parti la prima tra le vestigia storiche della rupe aramta di sperlinga ,  la seconda in un percorso alla scoperta delle biodiversita in un contesto naturalistico tra i piu affascinanti nel cuore della nostra isola.

Ci troviamo nella zona centrale della Sicilia  a 47 chilometri da Enna . Già definita “una regale dimora rupestre” scavata in una gigantesca mole d’arenaria, etimologicamente Sperlinga deriva dal greco  e significa “Spelonca”, grotta.
Il castello rupestre è incastonato in una enorme rupe di arenaria ed è spettacolare visitarne gli interni abitati a partire dal VII secolo a.c. periodo anteriore ai siculi .

la storia e le architetture di questo straordinario castello sono , parte risultato di  precedenti escavazioni già in utilizzo  su cui si innestano  realizzazioni murarie di epoca compresa dal 1100 al 1300 , il risultato affascina e ammalia il visitatore .

Seconda tappa  si natura ambientale esplora l’area naturalistica  Campanito (1.514 m s.l.m.) e Sambuchetti (1.559 m s.l.m.), è una catena parallela ai vicini Nebrodi con cui condivide affinità geologiche non indifferenti: si tratta di depositi del Flysh Numidico, essenzialmente formato da detriti accumulatisi ad opera di correnti sottomarine e poi affiorati in fasi successive. Il percorso facile e non impegnativo  commenta e illustra le meraviglie naturalistiche in una passeggiata  che trova il suo termine sulle sponde di un lago.

Come Prenotare
Richiedi Preventivo   
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : 3407258473 –3457306841
Whatsapp3407258473

ngg_shortcode_1_placeholder[:]