1

Fenici e Punici di Sicilia luoghi e itinerari da est a ovest

Fenici e Punici di Sicilia luoghi e itinerari da est a ovest
Sicilia Costiera Nord Occidentale 

Solunto, Palermo , Motyia , Selinunte , Monte Adranone (Sambuca di Sicilia)

L’itinerario diventa pretesto per esplorare borghi noti e meno noti disposti lungo la fascia costiera della Sicilia che da  Cefalu ,in provincia di Palermo , giunge a Trapani  spingendosi all’estremo confine con la provincia di Agrigento.
L’eccellente alibi , lo forniscono i Punici di Sicilia ed i loro  maggiori insediamenti , alcuni noti altri semi sconosciuti e la storia affascinante che caratterizza un capitolo della Storia di Sicilia su cui vi sono molte ombre e moltissimo da scoprire. 

La presenza Fenicia e  Punica in  Sicilia è attestata a partire dal XI e IX  secolo a.c.  I luoghi in Sicilia che ne  testimoniano i passaggi sono località oggi  note come Favignana , Marettimo , Pantelleria ,Erice , le Egadi , Castellammare del Golfo, Selinunte .

Le cronache prevalentemente di origine greca e latina ci informano diIMG_8724 una civiltà complessa e oscura , Fenici  prima  e Punici poi, figli dello stesso seme , è certo che abbiano esplorato e commerciato lungo tutte le coste della nostra isola sia orientale che occidentale realizzando una colonizzazione commerciale IMG_8977a differenza dei loro antagonisti Greci impegnati in una grande e vasta  immigrazione e colonizzazione abitativa del mediterraneo.

La storia si fa più complessa e articolata dal VI secolo con la presenza dei cartaginesi  e i contrasti  con i greci presenti  sull’isola , un contrasto culminato nelle poco conosciute guerre punico-greche , guerre che conauriga-mozia2 la battaglia di Imera nel  480 a.c.  avrà inizio la fine della supremazia Cartaginese  in Sicilia con echi ancora più vasti ,  a favore della cultura greca.

800px-2009-03-22_03-29_Sizilien_389_Solunto Questo tour  esplora e racconta gli aspetti culturali  e storici di questo scontro tra culture e i luoghi di cui la Sicilia è stata palcoscenico lungo una rotta composta dai centri di maggiore rilevanza  segnati dagli   “emporia “, luoghi e scali dediti al  commercio della Sicilia  dell’ VIII secolo a.c. 

Il programma di viaggio  prevede mete classiche e mete meno IMG_20190428_114129_resized_20190428_071248911conosciute ma di straordinario fascino  come  Capo Zafferano , la splendida città di Solunto capolvoro assoluto e modello intatto di città dal taglio ellenico davanti a Capo Zafferano , Imera Termini Imerese sui luoghi della battaglia del 480  contemporanea a quella di Salamina , a Palermo dove è possibile IMG_20190428_122612_resized_20190428_071014701ammirare la  necropoli  punica  con le sepolture sotterranee ancora intatte poi Motya con le sue infrastrutture e i suoi cantieri ,  Capo Boeo avamposto Cartaginese la grande Selinunte città dalle alterne vicende e passaggi di mano , per concludersi  a Monte Adranone sito punico convertito in ellenico abbarbicato  a 1000 mt s.l.m.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : 3407258473 – 3457306841
Whatsapp3407258473



Da baia guidaloca a baia di castelluzzo

Trapani – Da baia guidaloca a baia di castelluzzo  durata gg 2 – Tour fruibile in singola giornata

trapanida baia guidaloca a baia di castelluzzo[1]Area Nord Occidentale della Sicilia . Uno dei tratti di costa tra i più spettacolari del Trapanese, le “Torri Spagnole”  ampliate e potenziate nel periodo della Sicilia Spagnola (XVI° – XVII° secolo) per difendere colture , persone e importanti luoghi di produzione  come le tonnare , dai costanti attacchi ad opera di pirati e corsari  barbareschi e ottomani,  diventano  un eccellente  e originale pretesto  per scoprire  una delle porzioni di territorio tra le più affascinanti e suggestive della provincia .

La baia di Guidaloca  di Scopello , di Macari , di Castelluzzo, la riserva dello Zingaro, Cala limpiso , Cala pispisa ,la riserva di Monte Cofano , costituiscono il terreno di “discussione”  lungo  cui l’itinerario si snoda Ambienti affascinanti per le caratteristiche geologiche ,naturalistiche e storiche , “guest-star” le torri spagnole  le quali per ovvie ragioni furono poste in siti all’epoca remoti e isolati sul bordo costa , su scarpate a strapiombo, su promontori impervi, in baie e golfi isolati ,  oggi  grazie a “loro” ci permettono di osservare e scoprire porzioni di territorio dalle caratteristiche ambientali uniche.

Perchè e come furono costruite , come erano regolate e organizzate, come funzionavano e quale “universo”  di usi consuetudini ruotava attorno ad esse saranno  oggetto di una conversazione piacevole che si svilupperà lungo l’itinerario, alcune tonnare  (scopello ,monte cofano , san vito lo capo)  saranno “chiamate in causa” nel racconto . L’itinerario ovviamente abbraccerà anche aspetti legati alla storia dei luoghi alla natura presente ed alle attività di rilievo.

Le torri  che contraddistinguono il ns itinerario saranno: torre Guidaloca, torre Scopello, torre Limpiso, Torre San Vito , Torre Cofano.

Le tappe  si svolgono sulla provincia di trapani  includono le riserve   naturalistiche di : Riserva Monte Cofano e Parco dello  Zingaro

Come Prenotare
Richiedi un preventivo 
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti :3407258473 – 3457306841
WhatsApp3407258473

ngg_shortcode_0_placeholder[:]




Trapani Da Custonaci alla Riserva di Monte Cofano

Trapani – Da Custonaci alla  Riserva di Monte Cofano

trapaniL’itinerario quasi per intero si sviluppa nello splendido scenario della riserva di Monte Cofano (659, mt) , un’ambiente  ricco  sia dal punto di vista naturalistico – geologico , sia dal punto di vista delle  curiosità storiche e archeologiche contenute . Il percorso si snoda su di un sentiero sterrato  permettendo di percorrere il periplo  dello splendido  promontorio  alle delle pendici di monte Cofano ed arrivare al  golfo di Castelluzzo , camminando sospesi tra le rocce  dolomitiche  che caratterizzano la montagna  e lo splendido blu del mare.

Il circuito è un “anello”  di circa 9 km lungo il quale potremo ammirare la natura della riserva  per la bellissima flora nonché avifauna presente

Lungo l’itinerario  alcune “chicche” renderanno variegato e completo il percorso e la giornata  nel suo insieme , in particolare  due splendide torri costiere difensive , del XVI secolo  di cui una particolarissima dotata com’è di una pianta stellata , discuteremo presentandole entrambe e presentandone caratteristiche  scopo e funzionamento ,vedremo inoltre  una antica tonnara  del XVI  secolo , seguita da  un’altra interessante visita ad una grotta di epoca preistorica , abitata sin da epoca risalente al paleolitico superiore ,  all’interno di cui fu realizzato dalla fine del 800 un interessante micro villaggio rurale , utilizzato ancora in epoca relativamente recente, ed all’interno del quale sono conservati interessati reperti etnoantropologici della cultura contadina d’epoca.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : 3407258473 – 3457306841
WhatsApp3407258473

ngg_shortcode_1_placeholder[:]

Open chat
1
Benvenuti su CTA SICILIA. Richiedi programmi e costi direttamente sul tuo smartphone