1

Le Torri Normanne nella Val Simeto

Le torri normanne nella Val Simeto

Ci troviamo alle porte della provincia di Catania all’interno della Valle del Fiume Simeto .

Nella fase di conquista Normanna della Sicilia Orientale  la valle del Simeto attraversata dal fiume omonimo era strategica , il controllo di questa  preveniva  possibili attacchi ed attuava il controllo dei  transiti da e per Catania .

Allo scopo furono realizzate una seri di  Torri o Rocche armate, strutture difensive uniche nel loro genere ,”importate” architettonicamente dai Normanni dal nord del continente qui in Sicilia. Furono realizzate sulla linea di confine  della valle  in prossimità del fiume Simeto.

Oggi le torri-castello  svettano dall’alto delle loro originarie  posizioni  di vedetta segnando esteticamente il profilo di questa parte del territorio.
 
Le strutture apparentemente semplici si impongono alla vista con la loro maestosa e severa bellezza , realizzate in pietra lavica  questi “Giganti di Pietra nera” dall’alto delle loro postazioni  nascondono una serie di soluzioni ingegneristiche  architettoniche-difensive complesse .

Lo scandire dei secoli e i mutamenti delle tecniche di difesa ha lasciato in alcune il  segno rendendole una interessante  testimonianza di architettura difensiva medievale , oltre a trovarsi oggi in coincidenza luoghi di estremo fascino e interesse.

L’itinerario proposto  si muove sul versante ovest di Catania risalendo la valle del Simeto in direzione di Bronte , entreremo nei borghi coinvolti alla scoperta delle torri delle loro architetture , le curiosità tecniche e difensive ad esse collegate ma anche alla scoperta di alcuni elementi monumentali storici , naturalistici , unici dei borghi medesimi .

Località interessate : Motta Sant’Anastasia , Paterno , Adrano 
Cosa vedremo oltre le torri :
Motta S.Anastasia:  il Neck di Motta una rupe di origine vulcanica risalente a 550.000 milioni di anni fa
Paterno’; L’Antico borgo medievale , Scalinata Barocca , Qanat Arabo antica rete idrica sotterranea.
Adrano : Fiume Simeto forra lavica , Ponte Medievale Normanno. 

Come Richiedere un Tour
Richiedi Preventivo   (senza impegno)
 Info rapide WhatsApp al 3407258473
Contatti : 3407258473 – 3457306841




Catania itinerari dell’acqua – Seguendo il fiume Amenano e Longàne

[:en]Are two rivers flowing always in Catania city, the “Longana” and will love, discover them.

Just landed in the gulf of Catania the Chalcidians, from Greece in 729 they found plenty of water and waterways between the banks of the river Amenano and Longana. And it is from here that begins our journey into the heart of the historic city and in the underground Catania.

This event takes place at the surface of fountains, plazas and underground itineraries visiting caves and galleries in the places where the different arms still visible today, flow and flow.

The tour takes place in the heart of the historical center and allows the view of some extraordinary places some of them underground in Catania, modified or covered by urbanization have occurred over the centuries to the present day or buried by lava flows including the most important of which 1669

Info and Reservations
Urban itinerary
Catania center
staging area: assisted
Duration: about 3.30 h
Details of the visit program reserved for the applicant[:it]Catania itinerari dell’acqua – Seguendo il fiume Amenano e  Longàne

Sono 2 i fiumi che scorrono da sempre  sotto Catania città  , il “Longàne” e l’Amenano , scopriamoli.

itinerari dell'acquaAppena sbarcati nel grande golfo di Catania i Calcidesi , provenienti dalla grecia  nel 729 trovarono abbondanza di acqua e canali navigabili tra le sponde dei fiumi Amenano e Longàne . Ed è da qui che comincia il nostro itinerario nel cuore della città storica  e nella Catania  sotterranea.

Il percorso si svolge in superfice tra fontanili , piazze e itinerari sotterranei visitando grotte e gallerie nei luoghi in cui ancora oggi i diversi bracci  sono visibili , scorrono e sfociano .

L’itinerario , nel cuore della Centro storico di Catania  , permette la vista di alcuni luoghi straordinari alcuni dei quali nella Catania sotterranea , modificati o coperti dalle urbanizzazioni succedutesi nei secoli sino ai giorni nostri o sepolti dalle colate laviche tra cui la più importante del 1669 che devastò   la città  seppellendone ampie zone del centro , modificandone lo sviluppo urbano successivo.

Richiedi  di partecipare
Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473[:]




Sicilia D’Oriente Chiese bizantine da Catania alla Valle dell’Alcantara

Sicilia d’Oriente : le chiese bizantine da Catania alla Valle dell’Alcantara
Catania – Valle Alcantara – Castiglione – Mojo Alcantara 

Chiese e tricore valle alcantaraCi muoviamo a cavallo  tra le due provincie di Catania e Messina

L’influenza bizantina in Sicilia per circa III secoli , ha condotto,  regolato la storia ,la cultura e la società della nostra isola . La posizione dell’Isola di Sicilia nel mediterraneo la poneva come un ponte sospeso  tra due culture , quella d’oriente e quella d’occidente.12967_141_PRFAL

Le testimonianze architettoniche culturali e cultuali di maggiore spicco del periodo bizantino in Sicilia non sono di immediata evidenza ancor di più per un pubblico non informato. Queste “evidenze” vengono alla luce grazie ad  una ricerca attenta ed alla adozione di itinerari specializzati che esplorino  il territorio urbano ed extraurbano appositamente in un mix di itinerari tra il convenzionale  e non convenzionale.

In questo itinerario  le tricore e le cube diventano occasione e pretesto  per raccontare  un volto della Sicilia affascinante e ricchissimo di spunti di conversazione, alla scoperta di un volto della culturainterno isolana che riserva piacevoli sorprese.

alkantara 026Le tricore e le cube  anch’esse, come questa isola , sospese tra cultura pagane e cristiana d’oriente , le conosciamo in Sicilia in forma di  piccole chiese trilobate o a trifoglio , con area interna unica in forma di sala circolare o radiale , absidi poligonali i tetti a volta o vela , diffuse nella Sicilia prevalentemente dal VII a XI secolo, erano dedite al culto cristiano di rito orientale. In realtà la storia e la testimonianza che rendono va molto gite maggio 1 011al di là della curiosità  architettonica , scopriamola

L’itinerario ci conduce alla visita di alcune delle più originali testimonianze di questa cultura partendo dal cuore del centro storico della città di Catania per proseguire poi con la esplorazione della splendida valle fluviale dell’Alcantara ,”itinerarium peregrinorum” per i pellegrini in transito nella Sicilia Medievale , e luogo, all’epoca del nostro “racconto” , abitata da piccole comunità rurali  coagulatesi a queste piccole frontiere del cristianesimo d’oriente in una isola araba e normanna.

I Luoghi : Catania centro – Francavilla di Sicilia – Castiglione di Sicilia – Mojo Alcantara    

Tecnicamente il percorso piacevole è divertente e molto vario , si svolge parte in forma urbana nel centro storico di Catania per poi immergerci  nella natura del parco fluviale dell’Alcantara e dei piccoli borghi IMG_0591che si affacciano lungo il fiume.

Degustazioni : Su richiesta è  possibile inserire una degustazione di cibi e vino presso una affascinante piccola masseria e azienda vinicola con frantoio del 700 restaurato 

Richiedi  di partecipare
Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Costi e programma sul tuo smartphone? con WhatsApp 3407258473
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : 3407258473 –3457306841
Whatsapp3407258473
(Ideazione & Progettazione : Dott. Francesco Schillaci) 




Calascibetta Il villaggio Bizantino e la necropoli Realmese

Calascibetta  Il villaggio bizantino e la necropoli Realmese

Ci troviamo a Calascibetta  nell’area centrale della Sicilia , di fronte al plateau di Enna

I “villaggi di pietra” sono siti rupestri, originati spesso da antiche necropoli trasformate nei secoli successivi in siti abitativi (VIII° – X° secolo) villaggi e comunità. Furono realizzati sfruttando grotte naturali , ampliate  e trasformate  in proto condomini ,vere e proprie “unità abitative” scavate nella pietra calcarea o tufacea disposte  su pareti di immense grotte preistoriche o scolpite su pareti calcaree  lungo  costoni boschivi .
Questi “condomini di pietra” erano collegati  al loro interno  da scale  in legno o gallerie in pietra  con collegamenti orizzontali e verticali o ,come unità abitative indipendenti, disposte  in successione orizzontale sul profilo naturale di declivi e pendii.

Inserite al  centro di queste comunità  furono spesso realizzate  chiese rupestri interamente scolpite nel calcare e dipinte splendidamente , quali luoghi non solo di culto ma anche di  aggregazione.
Questi villaggi sorsero anche per esigenze di sopravvivenza di piccole comunità  che in tempi contrastati e  turbolenti li realizzarono appositamente in  ambienti  naturali, allora inaccessibili e nascosti, quali valli boschive  e  gole carsiche .
Oggi  questi siti hanno un  immenso valore  naturalistico paesaggistico storico e archeologico.

L’itinerario inizia sotto il borgo di Calascibetta , ci  troviamo nella valle del Canalotto  in una ampia gola inserita in uno splendido ambiente boschivo , dove trova sede uno dei piu affascinanti esempi del “trogloditismo” Siciliano . Un sito  che , a partire dal tardo romano impero sino all’arrivo dei primi normanni , le comunità locali e bizantine popolarono ,  anche per sopravvivere  all’espansionismo degli invasori musulmani . Un articolato villaggio  che scavato nella roccia  di arenite  , tra le pieghe del territorio e presso  il fiume che dà nome all’omonima valle, poteva   offrire riparo , sicurezza , vita sociale e libertà  di  culto. L’itinerario prosegue e si conclude  con la necropoli di età del ferro.

L’itinerario può essere arricchito con alcune visite e degustazioni locali ,  legati ai prodotti e artigianato del territorio , coltivazione dei grani di sicilia con visita in campo e visita al mulino . Lavorazione del “Piacentinu” Ennese , formaggio D.O.P. tipico della zona.

Suggerimenti : E’ possibile integrare  (Full day)  , il presente itinerario con la visita di Enna Storica  o Calascibetta storica e artigianale.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : 3407258473 –3457306841
Whatsapp3407258473




Eraclea Minoa e Riserva Fiume Platani da capo bianco a “Minoa”

Ag. Eraclea Minoa – Riserva Fiume Platani: da capo bianco a “Minoa”

agrigento eraclea minoaCi troviamo in provincia di agrigento , la passeggiata  ci porterà a visitare in un caleidoscopio di immagini e siti, una delle zone tra le più affascinanti e poliedriche della Sicilia: la Riserva Naturale Orientata del fiume Platani ,   in particolare la zona della foce di uno dei piu importanti fiumi della Sicilia .
Percorreremo  il Platani  in un percorso che  abbiamo realizzato per la  spettacolarità e varietà di scenari , ci  permetterà di scoprirne diversi aspetti tra natura , storia e  archeologia .

L’escursione semplice e piacevole ci porterà tra il bellissimo promontorio di capo bianco caratterizzato dalla candida falesia bianca  che cade sul mare  ,sulle dune sabbiose tipiche , alternando lungo la passeggiata , scenari di macchia mediterranea che caratterizza ll fiume . Infine  ci addentreremo tra le vestigia della affascinante citta  greca e poi  romana di  Minoa  ,cantata nelle “verrine” di Cicerone , modello  di  “citta” ellenica.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – 345 7306841
Whatsapp3407258473




La valle fluviale dell’Anapo nella necropoli di Pantalica

Siracusa  La valle fluviale dell’Anapo nella necropoli di  Pantalica 

Ci troviamo nella Sicilia Orientale  tra Catania e Siracusa prossimi agli  altipiani calcarei degli Iblei presso Pantalica la più  importante necropoli d’Europa luogo dove la natura la storia dell’uomo ed uno dei più antichi  insediamenti in Sicilia si fondono splendidamente in uno spettacolare “museo a cielo aperto”

Un percorso interamente pianeggiante , scorre a fondo valle , facile ed emozionante in un luogo incantato dove il tempo si è fermato, reso unico da pareti di roccia a strapiombo sul fiume Anapo.

Una splendida valle fluviale incassata tra i tavolati iblei ,una passeggiata facile e assolutamente piacevole  si cammina senza difficoltà  immersi in una vegetazione ridente e lussureggiante dove trovano il loro habitat naturale numerose specie animali.  Pantalica non è solo natura , prima ancora è museo archeologico a cielo aperto , uno tra i pochi siti dove rimangono conservate  e protette dalla natura  le evidenze di uno dei popoli e culture tra le più antiche della Sicilia orientale , i Siculi.

Dal punto di vista ambientale  attraversando alcune gallerie totalmente sacavate nel calcare si raggiungono le piccole oasi naturali di pietre e acqua, i laghetti originati dalle cascate e i fitti verdi boschi.

Le biodiversità presenti  sul  sito sono diversificate ed offre ambienti ecologici variegati che consentono l’espressione di una  varietà di vita animale e vegetale ,oltre al biotopo acquatico, possiamo distinguere l’ambiente ripariale, quello delle pareti, della valle, dei pianori e delle grotte.

Nelle acque cristalline del fiume, grazie alla natura torrentizia, trovano un’abitazione ideale la trota siciliana e la trota fario.  Sul fondale si aggira la tinca, è possibile trovare anche le anguille e i granchi di fiume.

L’itinerario racconta e mostra le evidenze archeologiche riferite alla necropoli , tra le più vaste , scolpite sulle pareti calcaree a strapiombo e la natura ambientale del luogo.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : 3407258473 345 7306841
WhatsApp3407258473

Open chat
1
Benvenuti su CTA SICILIA. Richiedi programmi e costi direttamente sul tuo smartphone