Etna trekking La gola boschiva dell’acqua rocca

Parco dell’Etna  Trekking La gola boschiva dell’ Acqua Rocca 

L’Acqua rocca e la cascata di roccia  
catania acquaroccaCi troviamo nella provincia di Catania  nel parco dell’Etna ,poco distante da Cratere Etna e dal Rifugio Sapienza storico rifugio ai piedi del vulcano a 2000 mt slm
Splendida escursione naturalistica , molto facile per tutti  , un sentiero molto bello che si sviluppa in una valletta   ricca di querce ,castagni secolari e faggi . Procedendo lungo la traccia, si incontra un ponticello in legno, nelle cui vicinanze si trova una spettacolare parete di pietra lavica che si innalza per circa 40 metri incredibilmente liscia e levigata dall’acqua  La parete è utilizzata dagli appassionati per effettuare delle arrampicate.

Proseguendo lungo il tracciato, si arriva al di sopra della parete , in una spettacolare radura-balcone  dove regna incontrastato un enorme faggio secolare e da cui si gode di un panorama  mozzafiato proprio sul mar jonio

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti :3407258473 – 3457306841
Whatsapp3407258473




Parco dei Nebrodi, da Portella femmina morta al lago di Maulazzo

Messina – Parco dei Nebrodi ,da Portella femmina morta al lago di Maulazzo

messina parco dei nebrodiCi troviamo nella provincia di Messina nel cuore del parco dei nebrodi l’area protetta piu grande della Sicilia , una passeggiata assolutamente facile , che introduce in uno degli ambienti umidi tra i piu belli e spettacolari dell’isola .
ll  percorso facile e agevole , si snoda tra una flora ricchissima composta , a questa quota  (sopra i 1200 s.l.m.) in prevalenza   da cerreti  stupende faggete e macchie di agrifoglio , tra le fronde si individano branchi selvatici del famoso suino nero dei nebrodi, il cinghiale ,il riccio  la volpe l’istrice Al termine della passeggiata la sosta sulle ponde erbose del  lago ripaga e rinfranca corpo e spirito.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti :3407258473 – 3457306841
Whatsapp3407258473




“Parco Nebrodi Tour” alla scoperta dei Borghi e della Natura

“Parco  Nebrodi  Tour”  Alla scoperta dei Borghi e della Natura  

Ci troviamo tra la provincia di Catania e Messina I Nebrodi  assieme alle Madonie  ad ovest e ai Peloritani ad est, costituiscono l’Appennino siculo. Essi s’affacciano, a nord, direttamente sul Mar Tirreno , mentre il loro limite meridionale è segnato dall’Etna, in particolare dal fiume Alcantara e dall’alto corso del Simeto.

parco dei nebrodi tourConnotazione essenziale dell’andamento orografico è la dolcezza dei rilievi, dovuta alla presenza di estesi banchi di rocce argillose ed arenarie: le cime, che raggiungono con Monte Soro la quota massima di 1847 s. l. m., hanno fianchi arrotondati e s’aprono in ampie vallate solcate da numerose fiumare che sfociano nel Mar Tirreno.

La vegetazione del parco dei Nebrodi è caratterizzata da differenti tipi di vegetazione sia in funzione della fascia di altezza sul livello del mare che da altri fattori fisici e ambientali. La fascia vegetativa in cui ci muoviamo al di sopra, fino alla quota di 1000-1200 m s.l.m.(cosiddetta fascia mesomediterranea), è costituita da formazioni di boschi caducifogli  in cui dominano le quercete di Quercus gussonei  specie affine al cerro  ma da questo ben distinta morfologicamente, e, sul versante meridionale, da un particolare tipo di roverella, Quercus congesta . In alcune aree, come nel territorio ( San Fratello)  si rinvengono inoltre lembi di lecceta  mentre le aree non forestate sono occupate da arbusteti in cui si annoverano il prugnolo , il biancospino , la Rosa canina, la Rosa sempervirens, il melo selvatico. Oltre i 1200 si entra nella zona propriamente montana sono insediate estese formazioni boschive a cerreta e a faggeta.

I borghi scelti :San Fratello; San Marco d’Alunzio; Bronte e  Randazzo, sono tra i piu ricchi e articolati sia dal punto di vista storico, architettonico che culturale , veri scrigni di piccoli e grandi tesori d’arte che coprono dal periodo greco ,romano ,bizantino al periodo normanno e aragonese . Molti saranno i siti  visitati anche i meno noti e/o  inaccessibili al turista occasionale con visite mirate in molti siti storico-monumentali alcuni tra cui chiusi o non pubblici.

Il nostro itinerario  si dispone in due parti

La prima parte del Tour 
sarà  dedicata alla scoperta di alcuni dei  sentieri naturalistici  tra i piu emozionanti ma facili e accessibili anche a camminatori non esperti  ,sono  realizzati  prevalentemente in zone pianeggianti  o con andamento  altimetrico ma privi di escursioni verticali di rilievo , quasi costantemente i  sentieri sono sviluppati in ombra di faggete e querceti , con declivi dolci , ampie valllate che si aprono allo sguardo , molte soste previste e assistite da fresche e rinfrescanti fontane d’acqua dolce e abbeveratoi che più spesso assomigliano a fontane d’arte rurale .
Laghi artificiali  e bivieri si presenteranno in tutta la loro bellezza ,ricchi anche dal punto di vista dell’avifauna presente  essendo veri e propri punti di sosta per molte delle specie migratorie in transito sulla Sicilia. Animali allo  stato brado cavalli e maiali selvatici , spesso interrompono il percorso offrendo all’escursionista la perfetta sensazione di muoversi in un ambiente  integro e ancora intatto.

La seconda parte del Tour
 è dedicata alla scoperta dei borghi  :San Fratello,San Marco d’Alunzio,Bronte ,Randazzo le visite includono  elementi storici,architettonici,artistici e delle produzioni locali.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : 3407258473 –3457306841
Whatsapp3407258473




Etna Est La “Bottoniera lavica” dei monti Frumento e Sartorius

Etna est La “Bottoniera lavica ” dei monti Frumento e Sartorius 

La -bottoniera lavica-dei monti Frumento e SartoriusParco Dell’Etna , ci troviamo sul versante est , risalendo dal paese di Fornazzo. Ci troviamo sotto Monte frumento , poco distanti dai  crateri  Sartorius. La passeggiata ad anello  , è assolutamente facile e  piacevole , con un bassissimo dislivello di difficoltà ,  spettacolare per la varietà del paesaggio e gli aspetti geologici contenuti in questo itinerario.

Ricco dal punto di vista naturalistico ,geologico e  morfologico , il sentiero, si inoltra tra faggete e betulle di ogni dimensione pino laricio  muschi e cespi di ginestra , lungo il percorso un vero “laboratorio” geologico permette di scoprire e commentare formazioni vulcaniche di rilievo , “bombe vulcaniche”  e coni vulcanici di varia dimensione.

Al termine del percorso , uno scenario mozzafiato permette di spaziare con lo sguardo verso il versante est della sicilia ,giù verso  il mare.

Percorso turistico.

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti :3407258473 –3457306841
WhatsApp3407258473




Monte Ruvolo e il sentiero dei “Nevaroli” – Etna tour

Etna Tour escursione e Parco dell’Etna – Monte Ruvolo  bosco Centorbi e il sentiero dei “Nevaroli”

Ci troviamo sull’Etna  versante di Bronte , sul sentiero lavico alternato ad una splendida vegetazione tipica della quota , una grande quantità di crateri avventizi popolano il nostro l’orizzonte  , la nostra escursione ci permette di scoprirne  diversi di questi  ma in particolare di scoprire alcuni manufatti dall’uso poco conosciuto.

monte ruvolo bosco centorbiL’uso e la conservazione del ghiaccio  legato al consumo degli  alimenti  e non solo, ha una storia lunghissima che risale molto prima dell’avvento di Cristo . Anche in  Sicilia , non è difficile trovare tracce  di questa arte  , in particolare nel medio evo nata come attività di ripiego per contadini i quali vi ricorrevano nei periodi di fermo per il lavoro nei campi.

A partire  dalla fine del  XVI° secolo assunse  connotazione  e dignità di attività di produzione e commercio vera e propria , tra gli attori di questa attività in Sicilia i “Nevaroli”  e le “Neviere”  i primi la raccoglievano la conservavano e la trasportavano , le seconde come  buche , fosse e cavità naturali e artificiali  in taluni casi sviluppati con architetture  grossolane e trasformate  in veri depositi  “Intelligenti” per la raccolta e conservazione della  neve  da ghiaccio , per uso commerciale.

L’itinerario che proponiamo ha una duplice valenza la prima , naturalistica e geologica  ,la seconda il racconto di una arte perduta.
L’itinerario si sviluppa ad anello in un  contesto paesaggistico spettacolare ,ci troviamo a circa 1200 mt s.l.m. sotto di noi Bronte , da qui, lo sguardo spazia su di un orizzonte che mostra  a 180 ° le Madonie  e  i Nebrodi.

Cammineremo  piacevolmente  “all’ombra del vulcano”  in una escursione/passeggiata  assolutamente facile e piacevole  , immersi   in uno splendido ambiente boschivo un querceto sempreverde con dominanza di leccio (Quercus ilex) accompagnato da biancospino (Crataegus monogyna), perastro (Pyrus spp.), rosa canina e terebinto (Pistacia terebinthus) e la ginestra dell’Etna Genista aetnensis , percorrendo  alcuni dei sentieri che i  “nivaroli”  già dal XVII secolo percorrevano per l’approvvigionamento e il commercio della neve.

Il paesaggio è caratterizzato da numerosi crateri avventizi che si ergono lungo il percorso quali Monte Minardo (1.304 m), Monte Ruvolo (1.410 m), Monti Tre Frati (1.384 m, 1.376 m), Monti Nespole (1.633 m, 1.725 m), anch’essi in genere coperti di bosco

Su richiesta è possibile effettuare degustazioni sul tema del  “Pistacchio di Bronte ”  

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : 3407258473  – 3457306841
Whatsapp3407258473




Le Antiche Neviere laviche dell’Etna Itinerario

Le Antiche Neviere laviche dell’Etna Itinerario
Parco dell’Etna da Zafferana Etnea a Bronte 

Siamo in provincia di Catania e l’itinerario  si sviluppa su due tappe disposte su due versanti dell’Etna la Prima sopra il borgo montano di Zafferana Etnea  sul versante Est,  la Seconda  sopra la cittadina di Bronte patria del famoso pistacchio ricca di architetture religiose medievali  e storia .

Il Tour costituisce un approccio originale  per visitare e conoscere  l’Etna e la sua cultura ,  secondo un canone meno convenzionale di visita, unendo  l’aspetto naturalistico e geologico con storia e tradizioni locali.

La storia  e il contesto :
Le Neviere e i Nivaroli , hanno una lunghissima tradizione che  giunge a noi , da molto tempo prima dell’avvento di Cristo . In questo Itinerario le neviere che osserveremo hanno una storia  attestata  tra il XVI° ed il  XVIII° secolo.

In Sicilia la raccolta la conservazione e l’uso della neve  era “codificata” a vari livelli , secondo una filiera che iniziava dal “nivarolo” ovvero colui che raccoglieva  conservava e “lavorava” la neve , e le “neviere”  luoghi  esistenti in natura  o modificati o costruiti appositamente , ed adibiti alla conservazione della neve,  per usi sia pratici legati alla conservazioni di alimenti o per uso medico, in molti casi  per puro piacere e diletto del palato  per quelle classi particolarmente agiate,  da potersi permettere tali “lussi” specie quando la calura  estiva ,  non lasciava scampo alle dame ed ai nobili del tempo.

In questo itinerario racconteremo di questa  “arte” , visiteremo, con torcia e caschetto , alcune delle “neviere”  di maggior rilievo presenti proprio  attorno all’Etna.
Un itinerario   tra la natura del nostro Vulcano e la storia  di tradizioni , mezzi  e siti ,  retaggio della nostra cultura e del nostro ambiente.

L’ambiente naturale e i luoghi :
Il luogo è l’Etna e il  Parco dell’Etna ,  ci muoveremo difatti alle sue pendici in un itinerario  che compie il semi periplo del  Vulcano,  consentendoci di  osservarlo  da due angolature praticamente opposte , attraversando molti dei tipici paesi etnei che sorgono alle sue pendici, ricchi di storia e tradizioni, per raggiungere i due punti di partenza dei rispettivi itinerari , Sant’Alfio e  Bronte nella provincia di Catania.

1° Percorso A
Il primo itinerario
della nostra visita  inizia dal rifugio Citelli rifugio ubicato alle pendici nord orientali del vulcano Etna nell’antica caldera di un cratere avventizio il Monte Concazze nel  comune di Sant’Alfio, ci muoveremo   in ambiente boschivo  ricco per la  flora presente ed affascinante  dal punto di vista vulcanologico e geologico con  la visione della spettacolare bottoniera lavica  dei crateri di monte Sartorius qui avremo modo di osservare la prima delle neviere citate ,un lungo camminamento  sotterraneo  risultato di una galleria di scorrimento lavico con diversi interventi che ne hanno riadattato lo scopo , non tralasceremo neanche di raccontarne le legende e i miti che su questo sito circolano .

2° Percorso B
Il secondo itinerario
ci porta  nel comune di Bronte nel bosco di Centorbi  in uno scenario caratterizzato da numerosi crateri avventizi che si ergono lungo il percorso quali Monte Minardo (1.304 m), Monte Ruvolo (1.410 m), Monti Tre Frati (1.384 m, 1.376 m), Monti Nespole (1.633 m, 1.725 m), anch’essi in genere coperti di bosco. Qui visiteremo la seconda neviera , molto diversa dalla prima anche per i notevoli interventi architettonici effettuati , trasformandola in una opera unica e rara nel suo genere.

Entrambi i percorsi sono  facili percorribili senza difficoltà e piacevoli , posizionati  ad una quota compresa tra i 1300 e 1700 m slm,  permettono di godere di una natura ricca  e varia  ,si cammina facilmente  immersi  in ambienti boschivi con ampissimi  squarci che permettono di spaziare con lo sguardo nella prima tappa  verso Taormina e Reggio Calabria  e nella seconda  verso i complessi montuosi delle  Madonie e  dei Nebrodi.

Amplissima è la varietà di flora presente ,  querceto sempreverde con dominanza di leccio (Quercus ilex) accompagnato da biancospino (Crataegus monogyna), perastro (Pyrus spp.), rosa canina e terebinto (Pistacia terebinthus) e la ginestra dell’Etna Genista aetnensis ,faggio, pino e betulla.

Richiedi  di partecipare  (specifica percorso)
Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : 3407258473 – 3457306841
Whatsapp3407258473




Catania Lavica Tour tra fuoco e mito

[:it] Catania Lavica Tour tra fuoco e mito – dalle pendici dell’Etna al mare

L’Etna e Catania  costituiscono  un binomio inscindibile, la storia del cratere è legata a quella della citta e dei paesi alle sue pendici.

Lavica tour11 Marzo  1669 , inizia una delle più disastrose colate laviche che la città di Catania abbia mai registrato, un evento drammatico che  oltre a provocare la distruzione totale  di paesi borghi e villaggi interi provoco la parziale distruzione  della città nel suo centro storico , e  ne mutò radicalmente la storia e lo sviluppo urbanistico ,condizionandone in modo radicale il suo  sviluppo .

L’itinerario partendo dai crateri  gemelli dei Monti rossi in località Nicolosi    generati dall’evento eruttivo , segue e racconta tutte le fasi dell’evento, il percorso che la grande colata  fece sino al cuore di Catania . Permettendo  di scoprire una  Catania nota meno nota o sconosciuta

Località visitate : Nicolosi, Mompilieri, Belpasso ,Catania Città, Catania Centro Storico

Siti visitati ; Crateri monti rossi, chiesa sepolta,bastioni medievali,monastero benedettini,bastioni spagnoli ,Ipogeo lavico di Santa Maria , Castello Ursino ,Mercato del Pesce, Cattedrale Normanna , Porticciolo Ognina , Torre Araba.   

Completano il tour alcune degustazioni tipiche nel cuore del centro storico.

Richiedi  di partecipare
Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : ita 340 7258473 – eng 345 7306841
Whatsapp3407258473

ngg_shortcode_0_placeholder[:en]Etna and Catania are inseparable, the history of the crater is closely related to that of the city and country to its slopes.

This route is as visiting / story of Catania and Etna in a unique, taking value in the eyes of the traveler, the powerful evocation and strong involvement in the history and events that over the centuries have marked the history and tied geolgica Etna and development Catania, but as different faces of the same coin.

The result is an original itinerary that will tell the two faces of the coin Etna / Catania made a varied and composite, alternating between natural sites, monumental sites, known and unknown, places of worship, or linked to chronicles and episodes between history and myth legend, helping the viewer to understand more than the single, the “genius loci” the complex identity of the binomial Catania-Etna.

From ” Castrum ” to Urbe and then City: the story of a Katana ( greek word ) – Catania that over hundreds of centuries , the lava and the lava was nourished , formed , modified , adapted and modeled . A historical- urban that aims to tell the effect of lava flows on the city and its surroundings , to discover some of the reflections that have had on its architecture and its urban development .

242 BC , 669 BC , 1169, 1381 , 1669 here is some of the dates around which are intertwined history of Etna and its lava flows and the history of Catania . Encounters that have left footprints on the City still clearly visible on its conformation and its own urban development … .impronte in some cases decisive .

Testimonials millennial a troubled relationship , lived in a constant and altilenante contrast made of destruction and reconstruction patient . Narratives that tell the story of a city that for centuries has lived in the shadow of this ” giant ” of nature , good and fruitful but terrible at the same time . City and ” Giant” , united in a powerful combination and inseparable .

The proposed route , which crosses the historical and geological interest , should be eaten in the crevices of the lava flows on which Catania was shaped and regenerated over the centuries . Includes visiting caves under the houses , churches and palaces , visit cathedrals and castles and the banks shaped by lava flows over the centuries have alternated sull’urbe even modifying coastal profile .

The accompaniment and the narratives proposed in this itinerary are an original interpretation of the “body ” of Catania and its surroundings , moving between the folds of the city and its history by visiting some of the most representative sites of scenic value , historical and monumental center of the urban area of Catania .

The route will also be the occasion of narrative and commentary of the effects of lava flows on the soul of the city , moving between historical chronicle and circumstances , between faith and myth of its inhabitants .

Locations and sites visited: catania outskirts, Catania historical center, village of aci castle, village acitrezza, mascalucia, nicolosi (some sites are visited exclusively) among several sites provided also include: Ursino Castle, the Benedictine monastery, cathedral, village ognina, aci castle, monastery St. nicolò, craters Monti Rossi pit Gammazita, walls carlo V °, san gaetano cave, cave lost, door Uzeda Arab tower, fortress of touch, directed trazzera santa maria scale, spas Achilliane, amphitheater Roman.

Articulation of the route: The itinerary can be enjoyed in the version of 1 gg “Itinerary Base” or more articulated stages in the version of 2 days “Complete Itinerary”, interested parties may, as needed, take the program in detail.

Complete Visit: This itinerary can be enriched with gg gg 1 or 2 Etna with the following routes:

Etna Park craters and lava “of the fixture Citelli”

The Bosco Centorbi and the path of nevaroli

The Neviere Etna route in two stages on the slopes of Etna

Information

Reservations at least 24 hours.

active all year

Duration: full day

Difficulty: easy – urban trekking

Clothing: comfortable , backpack , tennis shoes or soft trekk , flashlight , water bottle / bottle , cap.

ngg_shortcode_1_placeholder

Button  Button [:]




I crateri lavici (Hornitos) di monte Concilio Etna Tour

 I crateri  lavici (Hornitos) di monte Concilio  Etna Tour   

i crateri laviciCi muoviamo sul versante sud  sopra la Città di Catania .
L’ Escursione sull’Etna facile e divertente , ci troviamo a circa  1300 mt slm , salendo dal paese di  Nicolosi, il percorso molto facile si svolge su un comodo sentiero di terra battuta e   permette agevolmente di attraversare la colata lavica del 2001 la quale  interseca quella del 1886  generata dai crateri  silvestri.

L’ambiente circostante è  boschivo tipico di questa quota con lecci , querce , roverella , ginestra e arbustivi di rosa canina, con i tipici squarci lavici causati dalle colate di lava succedutesi nel tempo .

La straordinaria meta di questa piacevolissima escursione è costituita dalla originale possibilità di visita  all’interno di una serie di coni lavici o  “Hornitos” , in particolare in una fenditura la possibilità di entrare all’interno di un cono  lavico  alto circa 10 mt  e potere così osservare dall’interno come questo si sia formato lungo tutte le fasi eruttive che si sono succedute durante  la sua formazione .

La zona boschiva con diversi rifugi  e spiazzi verdi  e coperti dagli alberi di alto fusto , permette confortevoli soste per bivacco o semplicemente per condividere piacevolmente un colazione al sacco con altri amici escursionisti.

Richiedi  di partecipare
Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti : 3407258473 –3457306841
Whatsapp3407258473




Etna Tour Perle nella Roccia I tesori nascosti dell’Etna

Etna Tour Perle nella Roccia – I tesori nascosti dell’Etna
Catania – Mompilieri – Nicolosi – Parco Etna –  Rifugio Sapienza – Zafferana – Viagrande

Etna Tour ” Perle nella Roccia”  è un modo diverso di visitare e conoscere l’Etna , un itinerario che mette insieme natura e cultura dell’Etna , un Tour che con un tracciato ad anello esplora due versanti del Parco Dell’Etna da Catania e da Messina o viceversa.

L’itinerario inizia dove inizia la storia dell’Etna ovvero dal mare e dalla città di Catania ,ed esplorando tutti i luoghi ed i siti legati alle colate laviche del più grande e attivo cratere del mediterraneo riversatisi sulla città e sui suoi antichi borghi , risale di tappa in tappa dal versante ovest  fino alle porte del cratere ad oltre 2000 mt di quota per poi discendere dal versante est , offrendo così un altro punto di vista del cratere e della sua storia.

Sono previste visite di alta quota (crateri e grotte) e  altre fuori circuito , il visitatore potrà  godere di   un racconto organico declinato con “immagini” sia classiche che fuori dal consueto del cratere della sua storia e del suo rapporto pluri millenario con Catania città.

Etna-TourL’itinerario a  tappe , inizia e si conclude  nel cuore del centro storico della città, da piazza Duomo con la sua Cattedrale di epoca Normanna costruita sopra le antiche terme romane , e di alcuni  siti storici nel cuore della vecchia Katane.
 Il percorso , ad anello , tocca  i numerosi piccoli paesi e borghi “Etnei” scavati e costruiti sulle lave millenarie dell’Etna sino a raggiungere i crateri lavici.

Il percorso via Nicolosi   raggiunge la quota di 2000 mt slm presso lo storico rifugio in stile alpino denominato “Rifugio Sapienza” porta d’accesso al cratere, e ritorna  via Zafferana al punto di partenza consentendo cosi una visione completa dei piccoli  paesi e cittadine  etnei che da Catania popolano le pendici dell’Etna.

Lungo l’itinerario la storia del secolare rapporto tra Etna, lava Catania, i suoi paesi e le produzioni più tipiche, viene raccontata simbolicamente con la visita di alcune delle tappe previste :

La madonna sepolta nella roccia –
una intera chiesa-santuario inghiottita da una enorme colata lavica nel 1669 ,   la statua della madonna contenuta al suo interno , miracolosamente ritrovata intatta 50 anni dopo , sepolta sotto 12 metri di lava fusa. La visita nel sottosuolo lavico mostra la chiesa il colonnato e gli altare ritrovati sepolti ma intatti.

L’Hornitos  – Visita “dentro” un cono vulcanico
Dopo una breve e facile escursione  tra le colate laviche ,  si entrerà all’interno di un cono vulcanico  e provare l’emozione di vedere “dal di dentro” come si forma un cono vulcanico con tutte le sue particolari formazioni laviche e le fasi eruttive che lo hanno generato.

Il Grande Tunnel di scorrimento lavico
una straordinaria ed enorme galleria di scorrimento lavico da percorre con caschetto e luce , che ci porta alla scoperta di una delle meraviglie della natura ,formate dallo scorrimento della lava , una emozione intensa e uno spettacolo da non perdere per comprendere l’etna e il funzionamento delle sue colate laviche ,camminando all’interno di una colata.

“I Gemelli” crateri lavici
un percorso facile ,e mozzafiato che permette di camminare sul bordo di due crateri lavici e sulle straordinarie cromie che a lava fusa assume in superfice , oltre lo spettacolare visione che dai crateri permette la vista della costa ionica di catania

Il Miele Olio e Vino di borgo Zafferana , Produzioni arte e Degustazioni:
tra le produzioni di punta dei paesi etnei zafferana e famosa per la produzione di miele
la visita ad un laboratorio di produzione locale permette di vedere e assaggiare questa specialità tipica localeConclude la visita una visita ad un laboratorio di lavorazione artistica della pietra lavica.

Ipogeo Lavico Urbano nel centro di Catania
Nel cuore della della catania sotterranea sepolta dalla lava , alla profondità di circa 12 mt la più antica paleo-chiesa cristiana all’interno di una grande grotta lavica. 

Opzioni
Tour  base  (1/2 giornata)
Tour  integrale  (giornata intera)

Come Prenotare
Richiedi un preventivo  (senza impegno)
Quote e programma sul tuo Smartphone? con WhatsApp al 3407258473
Per richiedere il programma in dettaglio
Scrivi: info@turismoambientalesicilia.it – itinerari@ctasicilia.it

Contatti :3407258473 – 3457306841
WhatsApp3407258473




Le Torri Normanne nella Val Simeto

Le torri normanne nella Val Simeto

Ci troviamo alle porte della provincia di Catania all’interno della Valle del Fiume Simeto .

Nella fase di conquista Normanna della Sicilia Orientale  la valle del Simeto attraversata dal fiume omonimo era strategica , il controllo di questa  preveniva  possibili attacchi ed attuava il controllo dei  transiti da e per Catania .

Allo scopo furono realizzate una seri di  Torri o Rocche armate, strutture difensive uniche nel loro genere ,”importate” architettonicamente dai Normanni dal nord del continente qui in Sicilia. Furono realizzate sulla linea di confine  della valle  in prossimità del fiume Simeto.

Oggi le torri-castello  svettano dall’alto delle loro originarie  posizioni  di vedetta segnando esteticamente il profilo di questa parte del territorio.
 
Le strutture apparentemente semplici si impongono alla vista con la loro maestosa e severa bellezza , realizzate in pietra lavica  questi “Giganti di Pietra nera” dall’alto delle loro postazioni  nascondono una serie di soluzioni ingegneristiche  architettoniche-difensive complesse .

Lo scandire dei secoli e i mutamenti delle tecniche di difesa ha lasciato in alcune il  segno rendendole una interessante  testimonianza di architettura difensiva medievale , oltre a trovarsi oggi in coincidenza luoghi di estremo fascino e interesse.

L’itinerario proposto  si muove sul versante ovest di Catania risalendo la valle del Simeto in direzione di Bronte , entreremo nei borghi coinvolti alla scoperta delle torri delle loro architetture , le curiosità tecniche e difensive ad esse collegate ma anche alla scoperta di alcuni elementi monumentali storici , naturalistici , unici dei borghi medesimi .

Località interessate : Motta Sant’Anastasia , Paterno , Adrano 
Cosa vedremo oltre le torri :
Motta S.Anastasia:  il Neck di Motta una rupe di origine vulcanica risalente a 550.000 milioni di anni fa
Paterno’; L’Antico borgo medievale , Scalinata Barocca , Qanat Arabo antica rete idrica sotterranea.
Adrano : Fiume Simeto forra lavica , Ponte Medievale Normanno. 

Come Richiedere un Tour
Richiedi Preventivo   (senza impegno)
 Info rapide WhatsApp al 3407258473
Contatti : 3407258473 – 3457306841